logo_Wifirst_bleu
Contatto

Come strutturare un progetto WiFi aziendale di qualità?

Alessandro FENZL
21 giu 2022
Dall'invenzione delle radiofrequenze alla comparsa del WiFi 6, in pochi anni il WiFi è diventato essenziale, soprattutto in ambito aziendale. Le aziende hanno bisogno di una larghezza di banda sempre maggiore e di una connettività più sicura che mai per supportare una maggiore mobilità, un uso intensivo dei dati e l'accesso alle applicazioni ospitate nel cloud. Se avete intenzione di apportare dei miglioramenti, è essenziale che abbiate una buona comprensione di ciò che vi serve dalla vostra nuova rete e che strutturiate il vostro progetto WiFi aziendale di conseguenza.

WiFi, la base dei servizi digitali aziendali 

L'implementazione di una rete wireless aziendale non è più un complemento a una rete locale cablata. È diventata la base per lo sviluppo di nuove modalità di lavoro per i dipendenti: laptop, smartphone o tablet, stampanti wireless, sale riunioni connesse, ecc. Tutti elementi che contribuiscono alla mobilità e alla produttività delle aziende e che richiedono una connettività continua.

Parallelamente, la corsa alla velocità è una realtà anche nel 2022. L'aumento del flusso di dati, la condivisione di immagini e video ad alta definizione, ma anche l'utilizzo di applicazioni collaborative come Teams o G suite richiedono un servizio di connettività gestito per la massima affidabilità.

Se una connessione Internet affidabile e veloce è fondamentale per la vostra azienda, sarebbe probabilmente consigliabile sottoscrivere un abbonamento con un operatore in grado di fornirvi garanzie di servizio, sia per quanto riguarda la velocità della connettività sia per quanto riguarda i tempi di ripristino in caso di guasto tecnico. 

Quali domande porsi per affrontare il miglioramento del vostro progetto WiFi aziendale?

Ecco i nostri consigli sulle cose da considerare prima di intraprendere un progetto WiFi per la vostra azienda.

1/ Quale sarà l'uso principale della rete?

La rete sarà utilizzata solo dai dipendenti? Ci saranno apparecchiature specifiche da collegare al WiFi? Avete intenzione di aprire la rete ai visitatori (clienti, fornitori, ecc.)?

Una buona comprensione di come la rete deve funzionare per la vostra azienda fornirà una migliore visione complessiva del progetto: il numero di VLAN dedicate, i metodi di autenticazione, ecc.

2/ Quale livello di capacità deve essere in grado di supportare la rete?

Quanti utenti possono connettersi contemporaneamente? Occorre considerare gli orari di picco di utilizzo? Le applicazioni che consumano molta banda sono importanti per gli utenti? 

Questi elementi permetteranno di scalare la soluzione nelle giuste proporzioni, garantendo la stabilità del WiFi anche nelle condizioni più difficili.

3/ Quali aree dell'edificio devono avere una copertura wiFi?

Quali aree devono essere coperte? Quante persone si collegheranno probabilmente dalle aree in questione? Avete identificato le potenziali fonti di interferenza radio?

La definizione di copertura WiFi va oltre la semplice installazione di un Access Point Wireless (WAP). Ci sono molti altri fattori da considerare, come il numero di WAP necessari per fornire una copertura completa di una determinata area. La posizione corretta in cui installarli per fornire la massima copertura, la frequenza esatta per evitare interferenze e il tipo di WAP più adatto alle esigenze degli utenti e dell'ambiente.

4/Quanto è critica l'infrastruttura?

Se la connessione a Internet non fosse disponibile, quale impatto avrebbe sulla vostra attività? L'interruzione del servizio è tollerabile e in che misura?

Capire quanto sia critica l'infrastruttura è essenziale per stimare il tasso di disponibilità del servizio desiderato e quindi scegliere le garanzie di servizio (SLA) desiderate.

5/ Chi sarà responsabile dell'implementazione?

Avete risorse interne con le competenze e il tempo disponibili per installare e supportare il vostro progetto WiFi? Preferite esternalizzare il servizio e affidarvi all'esperienza di professionisti del WiFi?

Alcune aziende preferiscono mantenere la gestione della rete all'interno dell'azienda, affidandosi a personale qualificato. 

L'outsourcing del "WiFi as a Service" è la soluzione ideale per:

  • Aziende con risorse tecniche IT scarse o inesistenti, come nel caso di molte PMI e persino delle mid-cap.
  • Aziende che cercano esperti in grado di fornire loro livelli di servizio molto elevati e di soddisfare requisiti specifici.
  • Aziende con risorse IT che desiderano esternalizzare la gestione della rete per avere più tempo da dedicare ad altre attività. Il campo d'azione dei dipartimenti di sistemi informativi è spesso molto ampio.

Potresti anche divertirti

Articoli su Le nostre analisi